Ne resterà solo uno, ma per decidere abbiamo bisogno del tuo voto!

Dall’inizio del concorso sono arrivate più di 600 proposte ma la sfida non è ancora terminata. Infatti, di tutte le proposte ne abbiamo selezionate tre e per decidere il nome ufficiale da associare al pianeta HD 102195 abbiamo bisogno del tuoi aiuto.

Dal 20 ottobre fino al 10 novembre si apre la seconda fase della campagna Name ExoWorlds, in cui tutti possono partecipare votando il nome della stella e del pianeta che più vi piace da dare al sistema HD102195.

Entro il 15 novembre invieremo le proposte più votate al comitato direttivo dell’Unione Astronomica Internazionale per la convalida dei nomi vincenti.

Ecco qua le tre proposte finaliste

 

Proposta Nome della Stella Nome del Pianeta Motivazione

1

FLEGETONTE LETE I nomi riprendono il tema dei fiumi/divinità infernali della mitologia greca. Flegetonte significa fiume di fuoco collegandosi all’idea comune per la quale una stella è detta “palla di fuoco”.
Il Lete è il fiume dell’oblio costituito da nebbie al posto delle acque e ricorda la costituzione gassosa del pianeta.
Questi fiumi sono presenti anche nella Divina Commedia nel Canto XIV dell’Inferno
Ci sono altri fiumi a cui poter “attingere” in caso si trovino altri pianeti orbitanti attorno a questa stella.

2

AUREUS DENARIUS I nomi si riferiscono a due monete della monetazione imperiale romana. Aureus (aureo in numismatica), la moneta d’oro dal valore base, può rappresentare la stella nana arancione. Denarius (denario), la moneta d’argento dal valore di 1/25 di aureo, può rappresentare il pianeta. La nomenclatura di hd102195 si può ampliare con il nome di altre monete: Sestertius, Dupondius, As, Semis. La Vergine è associata a molte figure femminili mitologiche tra le quali Astrea (Justitia per i romani), Tiche (Fortuna) e Demetra (Ceres). Queste dee romane furono rappresentate, tra le varie effigi, anche sulle monete.

3

PULCINELLA ARLECCHINO I nomi assegnati appartengono alle maschere della Commedia dell’Arte italiana, che sono tanto amate dai bambini e che fanno parte del nostro patrimonio culturale.
Arlecchino, vivace maschera di origine bergamasca, con il suo vestito dai molteplici colori, ci ricorda le caratteristiche gioviane dell’Esopianeta.
La solarità di Pulcinella, una delle maschere tradizionali napoletane più antiche, rimanda al calore e alla luminosità di una stella.